DOMANI A TRIGGIANO L’INAUGURAZIONE DI “HOME FOR GOOD”LA CASA DI COMUNITÀ DEDICATA ALLE DONNE VULNERABILI FINANZIATA DALL’ASSESSORATO AL WELFARE

A quattro mesi dall’avvio delle attività, domani, mercoledì 21 luglio, alle ore 11.30, sarà inaugurata ufficialmente la casa di comunità per vulnerabili “Home for Good” finanziata dall’assessorato al Welfare del Comune di Bari e gestita dall’associazione IFA Italia APS. Si tratta di un progetto strutturato di accoglienza e accompagnamento sociale nella sede dell’associazione, in via Dante Alighieri 171 a Triggiano, per l’accoglienza di donne sole, senza dimora, vittime di discriminazione e con problemi socio-sanitari e in emergenza abitativa. La struttura, che sorge al secondo piano di un immobile di pregio nel centro di Triggiano, al momento ospita quattro donne con una capienza massima di sei. È suddivisa in mini appartamenti, ognuno con affaccio autonomo sul balcone che circonda l’intero appartamento su tre lati. L’unità abitativa si estende su una superficie di circa 180 metri quadrati ed è dotata di una cucina e di un’ampia veranda, oltre che di un’area comune dove facilitare l’incontro e i momenti di condivisione. “Home for Good” resta aperta h24: il modello organizzativo del servizio prevede il coinvolgimento delle utenti nella gestione quotidiana della struttura anche attraverso turnazioni delle attività comuni, in base a quanto previsto dal patto di convivenza e dal regolamento interno.

“Cresce l’offerta dei servizi promossi dall’assessorato al Welfare della città di Bari in favore dei cittadini e delle cittadine maggiormente vulnerabili, soli e in condizione di povertà estrema o disagio socio-economico e psicologico – commenta l’assessora al Welfare Francesca Bottalico -. Negli ultimi cinque anni la rete dei servizi per il contrasto alle povertà è cresciuta in maniera esponenziale: dai servizi di prossimità alle attività domiciliari socio-educative e psicologiche, dagli spazi di ascolto e orientamento socio-sanitario fino all’accoglienza, passata da 54 posti, esclusivamente notturni, agli attuali 496 posti in condomini sociali, case di comunità che offrono stanze e bagni autonomi, spazi comuni e accompagnamento h24 e promuovono percorsi di autonomia e sostegno sociale, psicologico e socio-sanitario.

Ciascuna struttura accoglie anche interi nuclei familiari, coppie e gruppi di cittadini, favorendo il mantenimento delle relazioni e promuovendo percorsi di empowerment e condivisione anche nell’ambito delle stesse strutture. Particolare attenzione viene rivolta alle donne, come nel caso della casa di comunità “Home for good”, destinata alle donne maggiormente sole, vulnerabili e in emergenza abitativa. Intanto abbiamo completato il lavoro istituzionale con i cittadini fruitori dei servizi e con la rete di oltre 100 realtà territoriali del volontariato, privato sociale e culturale per approntare il secondo piano di intervento cittadino, uno dei primi in Italia, per la co-progettazione di politiche e pratiche di contrasto alla grave marginalità adulta che guiderà i nostri interventi nei prossimi tre anni”.All’inaugurazione interverranno l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, il sindaco di Triggiano Antonio Donatelli, le assessore del Comune di Triggiano al Welfare, Annamaria Campobasso, e alla Legalità e Sport, Roberta Affatato, il comandante della stazione dei Carabinieri di Triggiano Luigi Caldori, il comandante della Polizia Locale di Triggiano Domenico Pignataro, la presidente della Croce Rossa Italiana – Comitato di Bari Consiglia Margiotta, il dirigente dei Servizi sociali del Comune di Triggiano Luigi Panunzio e il presidente dell’IFA Italia Cristiano Di Corato.

Bari, 20/07/2021

di Redazione

Potrebbero interessarti anche...