“WORK IN PROGRESS-LEZIONI IN CANTIERE” HA PRESO IL VIA QUESTA MATTINA IL CICLO DI INCONTRI SUI CANTIERI SVILUPPATO IN COLLABORAZIONE TRA POLIBA E GIOVANI ANCE BARI BAT

Bari, 1 giugno 2021 – Passare dalla teoria alla pratica in pochi secondi, il tempo necessario per indossare l’elmetto di sicurezza: un centinaio di studenti delle Facoltà di Architettura e Ingegneria Civile del Politecnico di Bari questa mattina hanno visitato il cantiere delle FAL a Modugno. Ad accompagnarli, alcuni imprenditori dell’ANCE. Si è aperto così ‘Work in progress | Lezioni in cantiere’, il ciclo di webinar e incontri dal vivo lì dove si stanno costruendo immobili e infrastrutture, sviluppato da Politecnico di Bari e Gruppo Giovani di ANCE Bari e BAT in seguito a un accordo quadro di collaborazione sottoscritto lo scorso novembre. Un percorso ideato per avvicinare gli studenti al mondo del lavoro e mettere in relazione imprese, giovani e Politecnico, al fine di far conoscere gli aspetti pratici dei lavori edili, a cominciare dalle regole sulla sicurezza, oltre alle realtà imprenditoriali che operano sul territorio e possono offrire sbocchi occupazionali. Gli studenti del Politecnico hanno potuto confrontarsi con ingegneri e tecnici per scoprire quali sono le regole principali di un cantiere, come si possono affrontare gli imprevisti e come si realizzano le grandi opere necessarie al territorio: in questo caso, i lavori di interramento della stazione e della linea Bari – Matera delle Ferrovie Appulo Lucane, per una lunghezza di quasi due chilometri, nell’aggregato urbano della città di Modugno. Un’opera che si sta realizzando con l’obiettivo di decongestionare il traffico urbano, migliorare velocità e sicurezza del servizio, abolire due passaggi a livello, ridurre sensibilmente l’impatto ambientale. Sarà poi la volta del cantiere per la realizzazione del complesso residenziale PIRP Japigia di Bari, dello stabilimento ‘Gallo Prefabbricati’, del cantiere per il nuovo Ospedale ‘San Cataldo di Taranto’. Ogni appuntamento è preceduto da un approfondimento tecnico on line curato da Mariangela Turchiarulo, delegata del Rettore al Placement e alla Comunicazione istituzionale del Politecnico di Bari.

Nonostante la pandemia – ha dichiarato il presidente del Gruppo Giovani di ANCE Bari e BAT, Orfeo Mazzitelli – stiamo concretizzando in tempi brevi l’accordo sottoscritto solo pochi mesi fa col Politecnico per creare collegamenti tra imprese e Università. Per gli studenti degli ultimi anni, che dopo pochi mesi dalla laurea si affacceranno sul mercato del lavoro, è importante conoscere aspetti molto pragmatici del cantiere e di tutte le fasi che portano alla realizzazione di un’opera. Questi percorsi, inoltre, sono per loro un importante banco di prova per decidere se intraprendere una strada professionale più legata agli aspetti della progettazione o se vivere il cantiere. Le tantissime richieste di partecipazione agli incontri arrivate dagli studenti sono un chiaro segnale del loro interesse e del loro entusiasmo. E, per noi del Gruppo giovani imprenditori di ANCE Bari e BAT, confermano la validità delle idee alla base della collaborazione col Politecnico e sono una spinta a continuare lungo il percorso che potrebbe portare, tra qualche anno, ad avere un master plan per la rigenerazione urbana del territorio barese e della BAT. Oltre ad aumentare la presenza del mondo imprenditoriale nei percorsi curriculari degli universitari”.

Abbiamo lanciato quest’iniziativa con il Gruppo Giovani di ANCE Bari e BAT – ha dichiarato il Rettore del Politecnico di Bari, Francesco Cupertino – con lo scopo di creare un ponte tra la formazione universitaria e la vita professionale. Per i ragazzi è un’occasione molto importante per scoprire quale sarà la loro vita lavorativa e, per le aziende del territorio, un mezzo per conoscere gli studenti e accelerare il loro inserimento nel mondo del lavoro. Da parte degli studenti c’è stata un’ampia partecipazione: in 150 hanno aderito al programma, composto da eventi on line ed esperienze pratiche. Il Politecnico è nato con l’obiettivo di dare ai giovani una formazione di eccellenza ma anche di creare un raccordo con il mondo delle professioni e delle imprese, con una forte attenzione quindi alla parte applicativa e professionale, affinchè la fine del percorso universitario possa coincidere con l’inserimento immediato e attivo nel mondo del lavoro”.

Plaudiamo all’iniziativa del Gruppo Giovani di ANCE Bari e BAT che per noi rappresenta un’opportunità di mediazione tra Università e l’azienda, che fa capo al Ministero dei Trasporti, per finalizzare quanto di buono si possa fare in un momento così difficile. Questo cantiere – ha aggiunto il direttore generale delle Ferrovie Appulo Lucane, Matteo Colamussi – si caratterizza per gli obiettivi di sicurezza ferroviaria e stradale, per le riduzioni di emissioni nell’atmosfera cittadina. Ci auguriamo che sia solo il primo appuntamento di una sempre più proficua collaborazione con Università e ANCE allo scopo di migliorare il settore che deve fronteggiare numerose difficoltà quotidianamente, a cominciare dalla burocrazia”.

Accogliere gli studenti è per noi un piacere, per mostrare loro come funziona un cantiere e quali sono le regole da seguire, a cominciare da quelle di contenimento della pandemia, che caratterizzano questi ultimi mesi e che hanno influenzato tutto il cantiere, sia sotto il profilo pratico che dal punto di vista della documentazione di sicurezza. Mostriamo a questi ragazzi che, nonostante le difficoltà imposte dalla pandemia, è possibile continuare a lavorare e volgere verso il completamento di uno dei lavori più importanti per le FAL sulla tratta Bari – Matera. Per noi, contribuire alla formazione della classe dirigente del futuro e collaborare con ANCE e Università è un onore”, ha detto il presidente delle Ferrovie Appulo Lucane, Rosario Almiento.

Bari, 01/06/2021

di Redazione

Potrebbero interessarti anche...