INAUGURATA A CONVERSANO LA COMMUNITY LIBRARY DELLA FONDAZIONE DI VAGNO. LUOGO DI IDENTITA’ E MEMORIA ACCESSIBILE A TUTTI


Una perfetta cerniera tra passato e presente, strutture storiche e modernità, insieme, a creare un ambiente perfetto per dimensioni e contenuti, adatto a una fruizione condivisa e a conservare identità e memoria.

È stata inaugurata questa mattina, nel Monastero di San Benedetto a Conversano, la Community Library della Fondazione Di Vagno “I Granai del Sapere”, realizzata grazie al bando SMART-IN della Regione Puglia.

L’intervento di Gianvito Mastroleo. Sullo sfondo un’immagine di Di Vagno

A progettarla l’architetta Annalisa Simone e gli ingegneri Sebastiano Mastrangelo e Sebastiano Polignano. I lavori, invece, sono stati diretti dall’architetto Vincenzo Locaputo. Per valorizzare l’edificio storico con le sue valenze architettoniche e spaziali, si è scelto di intervenire lo stretto necessario sulle strutture murarie esistenti e immaginare e realizzare una nuova organicità dell’ambiente di studio.

Il risultato è una Biblioteca di Comunità dinamica che vanta diciassette metri lineari di libreria a tutta altezza per ospitare oltre 15mila volumi, un grande salone con volta alta quasi sei metri, che costituisce la grande aula dei Granai della Comunità, mentre il secondo livello della libreria è servito da una lunga balconata alla quale si accede tramite una piccola scala a rampa diretta. La sala lettura con tavoli per la consultazione potrà ospitare fino a 25 persone.
Anche le antiche cellette delle monache sono state annesse alla biblioteca che è uno spazio multifunzionale e flessibile, con spazi di lettura, luoghi di incontri, seminari e conferenze.

Il progetto della Community Library “Granai del Sapere” presentato dalla Fondazione Di Vagno si è classificato quinto su un totale di 160 progetti presentati.

<<Il nome della Community Library della Fondazione Di Vagno “I Granai del Sapere” non è stato scelto a caso. Il Sapere è un modo per conservare la nostra memoria – ha affermato il segretario generale della Fondazione Filippo Giannuzzi – e la memoria è necessaria perché è la nostra carta d’identità e perché sarà il nostro green pass per proiettarci verso il futuro. Questa Biblioteca, questa inaugurazione, è un nuovo avvio e un nuovo inizio. Viviamo questa coincidenza di poter ripartire insieme con la ripartenza post Covid di tutto il mondo, ed è sicuramente un ulteriore carico di responsabilità, ma anche la voglia di esserci e di essere presenti con l’attività di promozione culturale>>.

Il sindaco di Conversano Lovascio e il direttore del dipartimento cultura della Regione Puglia Aldo Patruno

All’inaugurazione hanno partecipato il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio, il presidente della Fondazione “Giuseppe Di Vagno (1889-1991)” Gianvito Mastroleo, Aldo Patruno direttore del dipartimento turismo economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia, e in collegamento l’assessore regionale alla cultura e al turismo Massimo Bray.

<<L’inaugurazione della Community Library di Conversano rappresenta un ulteriore tassello che si aggiunge concretamente alla strategia di valorizzazione del patrimonio culturale pubblico fortemente voluta dalla Regione Puglia. – ha commentato Massimo Bray, assessore alla cultura e turismo della Regione Puglia – È nostro compito rendere le biblioteche uno dei fulcri strutturali della vita delle nostre comunità, rafforzando i legami sociali che si stringono attraverso il proliferare delle idee. Ad oggi, per mezzo di “SMART-In”, sono già venticinque le Community Library consegnate nelle mani dei cittadini, e per altre novantasette a breve è prevista la cerimonia di apertura. Queste realtà, oltre a rappresentare un presidio culturale permanente, non solo sono in grado di riflettere i tratti identitari peculiari dei territori che le ospitano ma, al tempo stesso, sono strettamente sinergiche fra loro. Con l’evento odierno, grazie anche al forte impegno della Fondazione Di Vagno, abbiamo restituito alla stupenda città di Conversano il Monastero di San Benedetto. Un intervento – ha concluso l’assessore – che ha riqualificato un bene immobile di pregio storico e architettonico, rendendolo un polo di servizi partecipativo e inclusivo, destinato all’intera collettività. Una biblioteca di tutti e per tutti votata a fare da ponte tra valori consolidati e pulsioni innovative.>>

<<L’apertura al pubblico della Community Library – ha sostenuto il Presidente della Fondazione Gianvito Mastroleo – è la conclusione di un percorso di riflessione interna alla Fondazione Di Vagno circa il destino della sua peculiare Biblioteca, circa la sinergia finalmente possibile tra Biblioteca e Archivio storico, e circa il rapporto tra la stessa Fondazione e le Istituzioni (Comune di Conversano e Regione Puglia), che hanno consentito di restituire il Monastero di San Benedetto, chiuso fino al 2003, a luogo di Cultura, come nei secolari suoi tempi migliori. È una best practice di cui beneficeranno in primo luogo gli utenti e la Città, e per questo consideriamo l’evento come un “nuovo inizio” per la Fondazione, il terzo della sua ormai lunga storia. Con pazienza e determinazione siamo riusciti a creare un super-luogo di identità e di memoria, dotato di moderne attrezzature tecnologiche, spazi multifunzionali e multiservizi a disposizione di studiosi di ogni età e generazione. Seguirà presto la programmazione, il più possibile partecipata e condivisa, all’interno del programma generale “I Granai del Sapere”, senza trascurare idee, suggerimenti, indicazioni del territorio e dell’utenza. Restiamo in debito con tante persone: ma verso il Comune di Conversano e la Regione Puglia avvertiamo gratitudine particolare, che sarà ripagata – ha concluso Mastroleo – con la determinazione, l’impegno, il senso del dovere, da sempre la cifra di tutti coloro che partecipano a questa meravigliosa avventura>>.

Il progetto prevede percorsi di fruizione finalizzati all’abbattimento delle barriere cognitive e sensoriali, oltre all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Gli utenti potranno contare sull’uso di un ascensore che condurrà al polo archivistico del Monastero, con assenza di qualsiasi cambio di quota del pavimento e le persone con disabilità visiva potranno raggiungere le postazioni con audio book. <<L’Amministrazione Comunale, con la Fondazione Di Vagno – ha affermato il sindaco di Conversano Giuseppe Lovascio – inaugura la Community Library “I Granai del Sapere”, situata nel complesso di San Benedetto, un gioiello incastonato nel nostro bellissimo centro storico. Sono doppiamente contento perché la Città si riappropria di un’ala del Monastero e di un archivio librario di spiccata valenza che si pone al servizio della comunità. Il progetto, concepito nell’estate del 2017 in collaborazione con la Fondazione Di Vagno, è stato finanziato dalla Regione Puglia. La Community Library – ha continuato il sindaco – sarà un luogo dove arricchirsi, viaggiare verso nuovi saperi e perché no fermarsi anche per ritrovare se stessi, e

rappresenterà sicuramente un faro acceso che contribuirà a donare nuova linfa alla crescita consapevole e culturale della nostra città>>.

Subito dopo l’inaugurazione, la giornata è andata avanti con il primo degli appuntamenti di “Leggere Parole Europa” sul tema “Un’idea di Europa”, con Tiziana di Simone conduttrice di “Caffè Europa” su Rai Radio 1, Annamaria Giordano conduttrice di “Radio3 Mondo” su Rai Radio 3 e il giornalista francese Eric Jozsef, corrispondente in Italia del quotidiano Libération e della Rts, la radiotelevisione svizzera. Un incontro in diretta on line sul sito della rivista culturale della Fondazion Pagina’21 e sulla pagina facebook della Fondazione Di Vagno.

Domani, mercoledì 2 giugno, invece, OPEN DAY: l’accesso alla Biblioteca sarà possibile soltanto su prenotazione, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20. L’ingresso sarà consentito ogni ora, a gruppi di 20 persone, previa prenotazione al numero 080 495 9372 o compilando il modulo che si trova all’indirizzo http://fondazione.divagno.it/event-form

Ad allietare il tempo dei visitatori durante la seconda giornata due performance di musica da camera. «Voyage dans le vent» è il titolo del concerto che vedrà protagonisti alcuni giovani musicisti di Apulia Youth Symphony Orchestra (AYSO), che compongono per l’occasione l’Ayso Wind Ensemble. La performance è uno degli eventi conclusivi della masterclass tenuta per OrchestrAcademy da Omar Tomasoni e Calogero Palermo, rispettivamente prima tromba e primo clarinetto dell’Orchestra Reale del Concertgebouw di Amsterdam.

A partire da lunedì 7 giugno, la Biblioteca sarà aperta regolarmente per il servizio pubblico seguendo le normative anti-covid, dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 20.

Conversano, 01/06/2021

di Redazione

Potrebbero interessarti anche...