Sostenibilità

APRE IL “PORTIERATO DI QUARTIERE MEST”: LAVORO E SOLIDARIETÀ PER I CITTADINI.


LUNEDI’ 1 MARZO ALLE 17 IN VIA MICHELANGELO SIGNORILE, 6 A BARI (QUARTIERE MADONNELLA). 

Al via al Madonnella di Bari il “Portierato di Quartiere Mest”: lavoro e solidarietà per i cittadini. Lo spazio sarà attivo a partire da lunedì 1 marzo alle 17, in via Michelangelo Signorile6 a Bari.
La nascita del Portierato, che resterà stabile sul territorio del quartiere Madonnella, è una delle azioni inserite nel MadonnelLAB, progetto presentato dalla Cooperativa di Comunità MEST e riconosciuto dalla Regione Puglia nell’ambito del programma “PUGLIASOCIALE IN – Coop di Comunità 2018”. 
L’obiettivo dell’iniziativa, è di rendere più semplice la vita delle persone attraverso l’aiuto nei bisogni quotidiani, nel creare occasioni di lavoro per tutti, professionisti e non, o creare un collegamento di semplici cittadini che mettono a disposizione le loro competenze inespresse e la loro disponibilità. Il servizio, quindi, è creato e offerto a una comunità, basato sulla reciproca fiducia rendono più umana la quotidianità. Un modello di rete basato anche sull’Economia Solidale, dove le realtà sociali che la compongono collaborino tra loro per arrivare a riorganizzare i flussi economici, culturali e valoriali.

Il Portierato di quartiere, quindi, come supporto ai bisogni materiali e sociali dei cittadini: dalla ricezione di pacchi postali, alla consegna della spesa a domicilio, dal ritiro dei medicinali in farmacia, al pagamento di bollette, alla semplice stampa di documenti. Il Portierato è dotato anche di un info-point, che funge da raccordo e smistamento di informazioni sul quartiere e sulla sua offerta di iniziative e servizi, incluse tutte quelle piccole attività che possono essere svolte anche da volontari come, ad esempio, accudire animali domestici e piccoli lavori domestici.
Il Portierato diventa anche un punto di incontro tra i cittadini del quartiere che sono alla ricerca di lavoratori freelance (idraulici, falegnami, imbianchini, baby sitter, architetti, geometri, elettricisti), o che vogliono loro stessi offrirsi come lavoratori freelance all’interno della cooperazione. Il Portierato, inoltre, può agevolare l’incontro di talenti e favorire la creazione di nuovi lavori alternativi in una sperimentazione di nuovi mestieri e contaminazioni per rendere il quartiere ancora più vivo e variegato.
Molti dei nostri talenti, infatti, sono stati costretti a lasciare la nostra città per cercare fortuna in altri Paesi. Il Portierato può aiutare a riscoprire e tutelare le tradizioni, attraverso la coesione e la ricerca, collaborando alla ricostruzione del tessuto sociale. Uno dei modi più efficaci che abbiamo e che avremo per creare lavoro e il matching tra professionisti e cittadini, un punto di riferimento per chi vuole mettere in gioco le proprie competenze e abilità, per una integrazione virtuosa di culture diverse e generazioni diverse. 


Veri e propri elenchi/cataloghi di lavoratori, liberi professionisti, artigiani e attività utili (attività commerciali, culturali, ludico-ricreative, sportive, etc.), verranno istituiti grazie alla volontà di ognuno di cooperare per dare ampio respiro e conoscenza della grande offerta e del potenziale inespresso all’interno del quartiere. Figure quindi selezionate e affidabili, con le quali si è instaurato un rapporto di collaborazione e di stima reciproca, non semplici e freddi contatti estrapolati da una ricerca su Internet. 
L’importanza che MEST dà al lavoro non è solo all’interno del Manifesto della Cooperativa, ma in ogni azione del progetto complessivo MadonnelLAB, che vedrà coinvolti professionisti in vari settori, artisti, artigiani e molto altro, non solo per le attività che riguardano il Portierato, ma per tutte le azioni previste dal progetto.
Verrà coinvolta oltretutto la rete dei commercianti del quartiere, per attività culturali e sociali al servizio dei cittadini, per combattere, nel nostro piccolo, la progressiva e inevitabile scomparsa dei piccoli negozi e delle botteghe artigianali, che sono invece il cuore dei rapporti comunitari, della socializzazione e della convivenza reciproca.
La collaborazione è alla base della creazione di interventi di empowerment sociale, culturale ed economico, rendendo visibili i punti di forza del quartiere e dei cittadini che lo abitano e lo vivono. Il valore della collaborazione supera di gran lunga, e senza dubbio, quello della competizione. Non è più il singolo a dover soddisfare le esigenze di qualcuno, ma l’unione di più personalità e professionalità, in un lavoro di squadra che soddisfi gli stessi partecipanti e il pubblico di riferimento, in un circolo virtuoso nel quale tutti possono contribuire a un obiettivo comune.
Quello del Portierato è uno strumento innovativo nell’ambito dello sviluppo del lavoro, che mixa metodi classici, “fisici”, come il passaparola, a metodi più recenti e “virtuali”, come internet. In questo modo la connessione tra gli individui sarà completa da ogni punto di vista, annullando le distanze e superando momenti di difficoltà nel relazionarsi, come quest’ultimo periodo.
Sicuramente, però, il Portierato nasce per dare valore e possibilità all’incontro e alle interazioni tra i cittadini face-to-face, nei limiti del possibile, per rendere lo scambio di informazioni e conoscenze più fluido, più emotivo, più profondo, limitando la sensazione di solitudine che tutti, ora più che mai, conosciamo ed abbiamo sperimentato.
L‘ideatore del primo portierato di quartiere, Charles Edouard Vincent, nell’aprile del 2015, a Parigi, apriva un piccolo chiosco chiamato “Lulu dans ma rue” (Lulu nella mia strada). Lulu non è una semplice edicola, bensì uno spazio che ha l’ambizioso obiettivo di ridare umanità alla vita quotidiana offrendo soluzioni ai piccoli problemi di tutti i giorni.

COS’È MADONNELLAB

MadonnelLAB è un progetto che vede il Quartiere Madonnella come un grande laboratorio aperto a tutti, nel quale nascono e si realizzano processi innovativi, creativi ed economici grazie alla partecipazione della cittadinanza, che condivide esperienze, spazi ed idee. Laboratorio inteso come luogo di creazione, di scambio di economie, di tutela del patrimonio culturale presente nel quartiere e dell’ideazione di processi all’avanguardia, per essere al passo con l’evoluzione culturale e multietnica che viviamo. 

MadonnelLAB si divide in tre macroaree: 


  • Madonnella Social – Attività di tipo partecipativo (Portierato di Quartiere, Nonni civici, Mappa di Comunità)
  • Madonnella Calling – Attività tipo evento, call to action, giornate dedicate (Laboratori sulla sicurezza, Street art festival, Palco Diffuso, Sport meeting, flash mob di educazione civica etc)
  • HANDMADonnella – Attività legate di promozione dell’artigianato, del commercio e del food locali (Fiera urbana, orto di prossimità, artigianato artistico, gadget identitari. 

CHI È MEST

MEST, la nostra cooperativa di comunità, è nata nel quartiere Madonnella di Bari, per sostenere il mestiere dell’arte e l’arte del mestiere. Citando il nostro Manifesto:

“Crediamo nel valore della comunità, a partire dalla famiglia di origine fino al contesto territoriale nel quale viviamo, sempre più multietnico. È nella convivenza di più esseri unici che si consolidano legami basati su fiducia, appartenenza e rispetto, soprattutto della diversità. Avvalendosi degli strumenti della condivisione e della collaborazione, MEST garantisce una comunità basata sui principi di solidarietà, lealtà e trasparenza, nella quale l’unicità e la reputazione di ognuno si costruiscono nell’apertura verso l’altro”.

Per informazioni: 3475413958

di Redazione